Xeroxworld.it a supporto del cliente per un consumo di toner consapevole

xeroxworld.it

Un progetto di marketing e comunicazione che ha come obiettivo quello di fare brand awareness su un nuovo prodotto, e allo stesso tempo generare contatti commerciali, non può più prescindere dalla rete intesa come internet, da un ottimo lavoro di web marketing inteso soprattutto come SEO e SEM (search engine marketing e search engine optimization) con un occhio attento ai Social Media.

Questo è ciò che si è prefissato Echannel, il distributore ufficiale di Toner XnX, nuovo prodotto di Xerox per stampanti laser non Xerox, tramite la realizzazione del portale web www.xeroxworld.it .

Si tratta di un portale internet di riferimento per il prodotto XnX dove è possibile ottenere informazioni puntuali sul prodotto e dove acquistarlo, ma soprattutto come risparmiare: è infatti presente un comparatore che indica, rispetto agli altri prodotti di mercato, il risparmio in termini di prezzo e performance di stampa.

All’interno del portale www.xeroxworld.it è presente un elenco di rivenditori selezionati e partner ai quali rivolgersi per avere una consulenza gratuita per un’analisi del proprio parco macchine e ricevere poi un preventivo gratuito che indica in maniera dettagliata il risparmio che si può ottenere.

Questo carattere distintivo, che è un notevole valore aggiunto, è fortemente voluto dalla casa madre che richiede un approccio di questo genere soprattutto per i clienti business che spesso hanno un parco stampanti eterogeneo, ma che non hanno un’idea chiara di quanto venga speso per i toner e per le attività di stampa. Questo è uno dei motivi che hanno spinto la realizzazione di questo portale web: avvicinarsi ai propri clienti e dare un servizio di pre-vendita consulenziale.

Le caratteristiche di questo portale web sono principalmente quelle di essere uno strumento per i consumatori per poter contattare immediatamente un rivenditore compilando un form e per ottenere una fonte d’informazioni d’interesse sulla stampa laser e su come risparmiare in quest’ambito.

Rivenditori e partner hanno gli strumenti e la competenza per dare, numeri alla mano, dei dati chiari e realistici su quanto è possibile risparmiare cambiando fornitore e prodotto relativamente ai toner . Spesso ciò che emerge da queste consulenze sui consumi evidenzia risultati tali che anche il cliente resta sbalordito dalla mancanza di consapevolezza del risparmio che si può ottenere con una scelta oculata del prodotto giusto, fatta scegliendo il giusto partner per l’acquisto di un corretto toner.

Per essere sempre informati sulle novità e sui nuovi prodotti all’interno del portale www.xeroxworld.it ci si può iscrivere alla newsletter e scaricare il catalogo sempre aggiornato.

A cura di: Cristiano Stucchi, Magicwall

Abbott lancia FreeStyle® Libre, per monitorare in real time il livello di glucosio nel sangue

Abbott Freestyle Libre

Abbott ha recentemente presentato Abbott FreeStyle Libre, un sistema elettronico che permette di avere un’overview flash, ed in tempo reale, dei livelli di glucosio nel sangue.
E’ il primo prodotto al mondo di questo genere, e funziona tramite un sensore applicabile in pochi secondi ed un visualizzatore dei valori. Il device è in grado di fornire un quadro completo del profilo glicemico senza la necessità di pungere il dito.

Il prodotto è ovviamente rivolto alle persone che soffrono di diabete, ed apre le porte ad una vera rivoluzione/evoluzione del rapporto tra questi soggetti ed i medici nella gestione quotidiana della malattia.
Il sistema è stato approvato in sette paesi europei: Italia, Germania, Francia, Olanda, Spagna, Svezia e Regno Unito. Può essere acquistato online sul sito dedicato www.freestylelibre.it .

Vediamo come funziona

Come prima cosa, l’utilizzatore dovrà applicare un sensore nella parte posteriore di un braccio, utilizzando un applicatore costruito ad hoc per facilitare tale operazione.
Il piccolo sensore – grande quanto una moneta da 2 euro – misura automaticamente il livello di glucosio nei fluidi interstiziali e ne memorizza continuamente i valori, 24 ore su 24, 7 giorni a settimana, attraverso un sottile filamento che si inserisce sottocute e rimane fissato grazie al materiale adesivo.
Risolvendo, di fatto, il problema della puntura al dito.
Questo sensore è stato progettato per aderire al corpo fino a 14 giorni, anche se il soggetto lo indossi facendo sport, nuotando o facendo la doccia.

Per visualizzare i valori glicemici non resterà che avvicinare il lettore, con schermo a colori, per avere una lettura in real time nel display, in meno di un secondo.

Oggi in Europa, circa 24 milioni di persone controllano ogni giorno i propri valori glicemici, più della popolazione di Roma, Parigi e Londra messe insieme, e di norma è stato accertato che il dover pungersi il dito per avere una lettura porta a mancati controlli, dannosi per la gestione giornaliera della malattia.

“Questo sistema apre una nuova era nel monitoraggio della glicemia poiché consente di controllare facilmente i livelli di glucosio sfruttando una tecnologia avanzata con sensori da indossare, senza usare lancette e senza pungere il dito- ha dichiarato Emanuele Bosi, professore associato Dipartimento ”Endocrinologia e Diabetologia” Università Vita-Salute, S. Raffaele, Milano – FreeStyle Libre elimina il peso del controllo della glicemia e permette alle persone con diabete e ai medici di comprendere meglio il profilo glicemico e attuare le migliori strategie terapeutiche per un’ottimale gestione del diabete.”

537528 Abbott lancia FreeStyle® Libre, per monitorare in real time il livello di glucosio nel sangue

Articolo Sponsorizzato

Growth Hacking: ne parliamo a SMAU Milano il 24 Ottobre

Growth Hacking

Growth Hacking non è solo un termine tecnico o la prossima buzzword, ma racchiude in sè dei processi e delle tecniche che hanno permesso a colossi quali Facebook, Linkedin, Twitter e molti altri di ottenere i risultati che oggi sono chiari e limpidi sotto i nostri occhi.
Un insieme di strategie che si inseriscono tra marketing e tecnologia per “hackerare” la crescita di nuovi utenti, nuovi clienti e, di conseguenza, aumentare il fatturato.
Il workshop analizzerà quali siano queste strategie, come metterle in atto e quali risorse impiegare.

Qui la pagina del workshop sul sito SMAU

Per entrare gratuitamente a SMAU Milano 2014, seguite questo link.

Boosting a creative start-up ecosystem

Ecosistema Startup Lazio

Global challenges and policy indications for Lazio Region.

“Creative Industries and startups: Challenges for the Lazio ecosystem” è l’appuntamento internazionale per discutere di opportunità e strumenti a sostegno degli ecosistemi creativi quali motore dell’economia della conoscenza e della competitività globale.

L’evento di Roma vuole identificare e proporre nuove iniziative di collaborazione tra istituzioni regionali ed europee, acceleratori, Venture Capitalist e Business Angel per migliorare la prospettiva delle startup del settore delle Industrie Creative.
Partendo dalla considerazione che la prospettiva locale per l’occupazione e l’innovazione richiede la conoscenza e l’integrazione con politiche, iniziative e finanziamenti europei, la Regione Lazio si pone come modello per tradurre e integrare le politiche europee nelle strategie regionali a supporto di un settore particolarmente promettente per l’economia regionale.
La sessione della mattina rappresenterà un importante momento di confronto sulle iniziative per l’imprenditorialità, le industrie creative e gli ecosistemi innovativi grazie alla partecipazione di istituzioni regionali, nazionali ed europee, speaker internazionali ed esperienze di startup e grandi imprese aperte all’innovazione.
Tra gli altri, per la Regione Lazio, interverranno il Presidente Nicola Zingaretti e l’assessore allo Sviluppo Economico e Attività Produttive Guido Fabiani.
Nel pomeriggio un panel di rappresentanti internazionali provenienti dal mondo degli acceleratori discuterà il tema.

Venerdì 3 ottobre 2014
Auditorium MAXXI
Via Guido Reni 4A
Roma

Per registrarti, clicca qui.

eBay rinnova il sito, spazio alle collezioni

eBay Collezioni

eBay rivoluziona il modo di visitare il sito, di interagire e scegliere i prodotti lanciando le collezioni, una nuova esperienza di scoperta ed acquisto del tutto originale e creativa rivolta all’utente.

Il funzionamento delle collezioni è molto semplice, e risponde in maniera creativa alla tendenza sempre più affermata nel web di organizzare contenuti, prodotti ed elementi multimediali tramite immagini.
Si affianca alla wishlist (gli oggetti che osservi), ma si rivolge non solo all’utente che la crea, ma a tutta la community di eBay e non solo.
Navigando tra i prodotti infatti, la nuova funzionalità permette di selezionarli ed inserirli in una specifica collezione, una raccolta di immagini in stile Pinterest organizzata a proprio piacere.
Ovviamente ogni utente può creare quante più collezioni possibili, divise per argomento, settore, o per qualsivoglia catalogazione, il limite è solo la fantasia.

Se ci pensi, è un nuovo ed innovativo modo per scoprire i prodotti più interessanti, non esiste ancora al mondo un altro sito di ecommerce che permetta di creare delle collezioni pubbliche e che non siano solamente “chiuse” in qualche funzionalità privata, non raggiungibile dagli altri utenti.

Ho avuto l’opportunità, ed il privilegio, di essere stato selezionato da eBay per realizzare alcune collezioni, in tema con gli argomenti che tratto nel mio blog, tecnologia, internet e mobile.
Puoi visitare le mie collezioni cliccando qui, sono ispirate al mio modo di interpretare la vita ed il lavoro, in maniera digitale e geek.

Strumenti tecnologici che mi aiutano nel lavoro e nel tempo libero, come i navigatori, perchè da romano che vive al nord, continuo a perdermi anche solamente dentro Milano, o le macchine fotografiche, perchè la passione per la fotografia non mi manca, anche se vorrei coltivarla di più.
La collezione che giudico più carina e fantasiosa è quella del ritorno in città, raccoglie gli oggetti che ho in mente di acquistare per ripartire con un po’ più di slancio dopo le ferie estive, tra cui i guanti capacitivi che saranno più che necessari nell’imminente rigido inverno.

I tablet, gli smartwatch, la tecnologia di cui non riesco a fare a meno, è tutto qui, ed in continuo aggiornamento.

Che dire, ottima mossa eBay! Continuo a collezionare!

Articolo Sponsorizzato

Video Sponsorizzato: LG KNOCK Code™, tutta la privacy che meriti

LG Mobile KnockCode

LG lancia LG KNOCK Code™, un sistema semplice, intuitivo e soprattutto sicuro per tenere il tuo smartphone al sicuro da sguardi indiscreti, e lo fa con un video divertente in cui uno sventurato fidanzato viene “beccato” dopo aver trasformato un viaggio a Las Vegas con gli amici in un viaggio di lavoro.

Potrebbe capitare a chiunque, anzi, a chi non è capitato almeno una volta nella vita?

Knock Code™ è l’evoluzione della funzionalità Knock On e consente di sbloccare l’utilizzo del telefono attraverso semplici tap (da 2 a 8 tocchi) sullo schermo, impostati precedentemente a piacimento tra più di 86.000 combinazioni possibili, 86.367 per l’esattezza.

Il sistema quindi, si svincola dal classico PIN, per chi vuole ancor più privacy per il proprio telefono, ma attenzione, Knock Code™ è disponibile solamente su smartphone LG.

Come si imposta Knock Code™

Impostare Knock Code™ è semplicissimo, basterà andare nelle impostazioni del tuo smartphone LG e scegliere l’opzione Knock Code™.
Dopodichè apparirà una griglia composta di 4 spazi separati da una linea, all’interno dei quali dovrai “toccare” il tuo codice Knock Code™ segreto, semplici tocchi, invece che numeri e saprai solo tu dove fare tap.
Ma per i più smemorati, alla fine della procedura si potrà impostare una password numerica, utile in caso venisse dimenticato il codice Knock Code™.

Knock Code™ è disponibile per i seguenti modelli di smartphone LG: LG L90 (D405N), LG L70 (D320N), LG L40 (D160), LG G2 mini (D620). Tutte le informazioni sul sito ufficiale LG su Facebook e su YouTube.

Sponsorizzato da LG

Startup: evoluzione del suo significato per i media – Ricerca Digital Magics ed Expert System

STARTUP

Durante l’evento Disruption Day: Startup e Tecnologia Semantica, Expert System, leader in tecnologia semantica per la gestione delle informazioni, e Digital Magics, incubatore di startup innovative, hanno annunciato un accordo quadro per sostenere le startup digitali italiane e favorire l’avvio di progetti innovativi ad alto valore tecnologico, contribuendo all’innovazione e allo sviluppo delle due aziende.

Le due società – realtà italiane quotate su AIM Italia di Borsa Italiana – hanno stretto questa partnership per sviluppare le neoimprese di Digital Magics e di 56CUBE, incubatore per il Sud Italia. Expert System offre alle startup l’uso e l’integrazione per una durata di 18 mesi delle sue applicazioni. Le prime startup coinvolte sono: Buzzoole, Premium Store e LiveXtension. Oltre a Mimesi, azienda del gruppo DBInformation. Con Mimesi Digital Magics sta mettendo a punto un programma congiunto di sviluppo.

RICERCA “L’EVOLUZIONE DEL TERMINE STARTUP SULLA STAMPA”
Nel corso della mattinata Expert System e Digital Magics hanno presentato i risultati della ricerca “L’evoluzione del termine startup sulla stampa” che ha messo in luce com’è cambiato l’uso di questa parola e delle tematiche collegate, analizzando circa 2 milioni di articoli di giornali pubblicati negli ultimi 22 anni. Per scaricare la ricerca e l’infografica.

Sono stati 1222 gli articoli che in questi anni hanno trattato l’argomento startup. La parola startup comincia a diffondersi negli ultimi anni, registrando una forte accelerazione dal 2011 in poi. Nella lista delle persone più citate negli articoli che parlano di startup il primo è Zuckerberg di Facebook, poi Jobs di Apple e Mayer di Yahoo. Tra i politici spicca Obama, al secondo posto dopo Zuckerberg, e fra gli italiani Berlusconi, seguito da Monti, Passera, Maroni e Renzi. Secondo alcuni dati forniti da Mimesi, accorpando poi i tre termini startup, startupper e incubatore, si evidenzia che la loro frequenza dal 2005 a oggi su 10 testate italiane aumenta del 314% (dai 992 articoli del 2005 agli oltre 4100 stimati a fine 2014).