Capitale Digitale

Oriente.com”, il secondo appuntamento del ciclo “Capitale Digitale“, intende aprire una finestra di discussione sul mondo arabo digitale.

Dopo la recente acquisizione del portale arabo Maktoob da parte di Yahoo!, gli occhi dei venture capitalist del mondo intero sono puntati sulle start up arabe.

La Giordania è stata ribattezzata “Silicon Valley araba”, con la sua popolazione giovane e sempre più impegnata a dare vita a nuove start up che operano sul versante dell’innovazione tecnologica e della creatività online. La Regina Rania è una dei “twitterati” più famosi del mondo, mentre la cultura dei 140 caratteri si impone anche in lingua araba, grazie a Watwet, il Twitter arabo.

In tutto il mondo arabo i giovani –il 70% della popolazione araba è sotto i 25 anni- usano il web per costruire innovazione, aprire nuovi business, fare politica, mobilitare alla causa ambientale.

“Oriente.com” apre il dibattito su questo nuovo mondo arabo digitale, riflettendo sulle dinamiche del web 2.0 e sulle possibili collaborazioni all’interno del Mediterraneo con illustri ospiti provenienti dalla Regione.

Agenda dell’ evento

Openings: Franco Bernabè

Special Guest: Tarak Ben Ammar

Partecipa: Pietrangelo Buttafuoco

Panel

Laith Zraikat, cofondatore di Jeeran , il Facebook arabo.

Nadine Toukan, blogger appassionata e co-fondatrice e tribe-leader di UrdunMubdi3 (Creative Jordan).

Habib Haddad, fondatore di Yamli , motore di ricerca arabo.

Data:
martedì 13 ottobre 2009

Ora:
18.00 – 20.00

Luogo:
Opificio Telecom Italia

Indirizzo:
Via dei Magazzini Generali 20/A

Foto di Luca Sartoni

Capitale Digitale, il secondo evento, Oriente-Com

Ti potrebbe anche interessare:

Tagged on: