Wired Cover

Condé Nast lancerà una versione in iglese di Wired con relativo sito web l’anno prossimo e ha assunto l’editor del Jewish Chronicle, David Rowan, come direttore.
Il debutto inglese arriverà nella prima metà del 2009.
Wired, che ha cominciato la sua sfolgorante carriera a San Francisco nel 1993, è stato acquistato da Condé Nast nel 1998. Per quanto riguarda il Regno Unito si tratta di un gradito ritorno visto che la rivista aveva chiuso i battenti in quel Paese circa 11 anni fa.

La notizia più importante è che Wired verrà finalmente lanciato in Italia (io personalmente non vedevo l’ora), il direttore sarà Riccardo Luna, ex direttore de “Il Romanista”. Il lancio italiano precederà addirittura quello inglese.

Nicholas Coleridge, amministratore delegato di Condé Nast, ha dichiarato: ” Wired è un leader di mercato delle riviste che vertono su come la tecnologia sta cambiando il mondo, un titolo altamente influente e visionario che esplora idee e innovazione, cultura, politica e affari, come la tecnologia si interfaccia sulla civiltà contemporanea.

Jamie Jouning, editore associato di GQ dal 2004, diverrà editore di Wired.
Jamie Bill, publishing director di GQ dal 2003, ricoprirà lo stesso incarico per tutte e due le edizioni di Wired. Rowan è stato direttore del Jewish Chronicle dal 2006, dopo aver precedentemente lavorato presso il Guardian per 10 anni.

Questi saranno i coloro che tireranno le redini di questa nuova iniziativa.

Rowan lascerà il Jewish Chronicle entro l’anno, per ora sta negoziando una data opportuna con il giornale. Motivando la sua scelta ha commentato: “Mi è stata fatta una proposta troppo eccitante per rifiutare ! “

Noi, lo capiamo perfettamente!!

QUI potete trovare l’archivio completo delle passate edizioni di Wired per il Regno Unito prima che venisse chiuso.

David Rowan Wired David Rowan

Moby Wired Cover

Condé Nast lancerà Wired in Italia e in Inghilterra

Ti potrebbe anche interessare:

Tagged on:                                 
  • http://www.technicoblog.com Giorgio

    Ho girato il quesito direttamente a Riccardo Luna tramite Facebook.. ma nessuna risposta..

    Fai prima a scrivere direttamente a Wired, anche se secondo me c’entrano le Poste Italiane.. e te lo dico per brutte esperienze del genere che ho avuto in passato, sempre con edizioni Conde Nast, che però, ne era estranea… occhio al postino !!

    E’ un problema molto comune.. segno di inciviltà…

  • Max

    Att. Riccardo Luna
    Alciuni mesi fa, via internet, ho papgato € 19.00 per l’abbonamento WIRED. Non ho mai visto una copia.
    Che succede?????

    Saluti