Google Phone HTC

La collaborazione tra Google, HTC e T-Mobile ha portato al concepimento del nuovo smartphone dotato del sistema operativo opensource Android (ideato a Mountain View e sviluppato da un consorzio di 34 aziende, ta cui Telecom Italia).
Il prezzo negli Stati Uniti promette scintille all’interno delle logiche di mercato: soli 180 dollari! Staremo a vedere in Italia quanto costerà.

Il lancio del nuovo Google Phone seguirà questo schema: dal 22 ottobre negli Stati Uniti, da novembre nel Regno Unito e dal 2009 nel resto d’Europa.
A livello di prezzi, la manovra di Google è un colpo all’impennata causata dall’ingresso nel mercato dell’ iPhone di casa Apple, e mira a polarizzare i prezzi verso il basso nell’ intero ambito Smartphones.

Come affermano Gianni Rusconi e Mario Cianflone, del Sole 24 Ore:

“Htc, vuole scuotere il mondo dei cellulari, colpire forte il mercato della telefonia mobile, aggredendo le enormi aree di mercato composte dagli smartphone con sistema operativo Symbian (tipicamente Nokia), e dai sempre più numerosi device con Windows Mobile di Microsoft. E stiamo parlando di numeri enormi: solo nel secondo trimestre dell’anno in corso sono stati venduti 18 milioni di cellulari con Symbian e 3,8 milioni con Windows Mobile, mentre gli iPhone sono stati meno di 900mila.”

Mentre, secondo Strategy Analytics: l’Htc con Android potrebbe superare il tetto dei 400mila pezzi venduti entro la fine dell’anno, pari a una quota del 4% del mercato americano.

La caratteristica a mio avviso più importante del nuovo googlefonino è la sua ampia connettività alla rete, praticamente è in grado di connettersi ovunque e comunque: come si comporteranno le compagnie telefoniche nostrane? Inibiranno il tutto? Si renderà necessario “sbloccare” il G-1 alla stregua dei primi iPhones che arrivavano dagli Usa?

Si accede comodamente alle mille funzionalità dello smartphone attraverso un touchscreen, che ormai è divenuto un “must” ed una tastiera Qwerty a scomparsa. Il sistema touchscreen è completamente personalizzabile dall’utente con una combinazione possibile tra migliaia di comandi. La tastiera fisica, che molti utenti preferiscono al touch puro, permette una compilazione rapida di email e messaggi.
Tra le altre dotazioni del googlefonino, da segnalare una bella fotocamera da 3.1 megapixel con zoom, un ricevitore A-Gps per la navigazione satellitare che può essere utilizzato in combinazione con Google Maps, ma anche in qui serve, come nel caso dell’iPhone un vero software per la navigazione tipo TomTom, Garmin o Navigon.

In Italia, la compagnia telefonica che la prossima primavera “metterà il cappello” sullo smartphone di Google sarà Telecom Italia Mobile, visto che è una delle società consorziate all’interno della Open Handset Alliance.

G-1 , il Google Phone firmato HTC

Ti potrebbe anche interessare:

Tagged on: