ItaliaCamp è il progetto associativo lanciato da un gruppo di studenti, ricercatori, imprenditori, professionisti e giovani in cerca di occupazione.

L’associazione nasce con l’obiettivo di costruire – partendo dai centri universitari nazionali e internazionali – una rete progettuale, permanente e intergenerazionale. Una rete di persone che dia vita ad un nuovo processo di coinvolgimento e partecipazione di tutte le componenti dell…a società civile del nostro Paese e che attraverso la discussione, la raccolta e l’elaborazione di idee sia in grado di realizzarle.

L’ambizione dell’Associazione è di:
contribuire attivamente alla crescita di una nuova coscienza partecipativa attraverso un nuovo modello di coinvolgimento delle persone, utilizzando la metodologia del BarCamp;
individuare e sostenere la formazione di nuove leadership individuali e collettive che possano lavorare concretamente per il benessere del Paese;
promuovere idee che mettano al centro il cittadino nel rispetto dei principi di sostenibilità sociale, ambientale ed economica.

Il progetto Italiacamp nasce con il lancio del Concorso “La Tua Idea per il Paese” e la realizzazione di 4 BarCamp (Roma, Lecce, Bruxelles e Milano) a partire da ottobre 2010.
Sulla tradizione dell’Università di Stanford, il BarCamp rappresenta una modalità di confronto che mutua nel reale le più innovative logiche della rete, una conferenza collaborativa e destrutturata (unconference), in cui nessuno è spettatore e tutti contribuiscono alla riuscita dell’evento, esponendo la propria idea in 5 minuti e ascoltando, in 10 minuti, l’opinione degli altri partecipanti.

“La tua Idea per il Paese” è un concorso finalizzato a raccogliere e selezionare le idee più innovative. In occasione dell’evento conclusivo dell’ItaliaCamp, che si terrà a Palazzo Chigi, si darà avvio al processo di realizzazione delle idee vincitrici, mediante il loro affidamento ad apposite “unità di progetto” (cd. Italia Units), che si occuperanno di facilitare la loro concreta esecuzione.

Sabato tutti all’Italiacamp

Ti potrebbe anche interessare:

Tagged on: