Milano celebra la Computer Art e 25 anni di storia di una realtà importante ed altamente professionale come quella della Pixar con l’incontro promosso da Meet The Media Guru con John Lasseter il 21 Novembre ed una mostra incentrata sulla fine art, la fase creativa e nascosta dei maestri dell’animazione mondiale.

Si comincia quindi il 21 Novembre al Teatro del Verme in via San Giovanni sul Muro 2, con una serata speciale Meet The Media Guru insieme a John Lasseter, ma anche in vista della mostra Pixar, il percorso di avvicinamento alla serata ed ai prossimi eventi merita di essere fatto leggendo ed approfondendo i contenuti del blog MTMG, in cui il team sta raccogliendo a puntate moltissimi contenuti in grado di raccontare il punto di vista, l’attività e cosa riesce ad influenzare il lavoro di Pixar ed in particolare di Lasseter.
Sul blog troverete una serie di post interessantissimi che sono in grado di farci fare un percorso d’avvicinamento valido e coinvolgente.

La partecipazione alla serata con John Lasseter è assolutamente gratuita, ma occorre registrarsi qui.

Pixar – 25 anni di animazione

Il Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano presenta la mostra PIXAR – 25 anni di animazione, curata in Italia da Maria Grazia Mattei, promossa dal Comune di Milano – Cultura, Expo, Moda, Design e prodotta dal PAC Padiglione d’Arte Contemporanea, 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE e da Mattei Digital Communication/ Meet The Media Guru.

Dopo il MOMA a New York e un tour internazionale, dall’Australia all’Estremo Oriente, la mostra arriva finalmente in Europa e in anteprima a Milano.

Un percorso costruito con oltre 500 opere, un viaggio attraverso la creatività e la cultura digitale come linguaggio innovativo applicato all’animazione e al cinema: dal primo lungometraggio dedicato a Luxo Jr.(1986) ai grandi capolavori come Monster & Co (2001), Toy Story (1, 2 e 3), Ratatouille (2007), WALL·E (2008), Up (2009) sino a Cars 2 (2011) e con un’anticipazione di Brave, in uscita nel 2012.

«Molti non sanno che la maggior parte degli artisti che lavorano in Pixar utilizzano i mezzi propri dell’Arte – il disegno, i colori a tempera, i pastelli e le tecniche di scultura – come quelli dei digital media. La maggior parte delle loro opere» – scrive John Lasseter, chief creative officer di Walt Disney and Pixar Animation Studio e fondatore di Pixar (insieme a Steve Jobs) che sarà a Milano il 21 novembre per un evento pubblico – «prendono vita durante lo sviluppo di un progetto, mentre stiamo costruendo una storia o semplicemente mentre guardiamo un film. La ricchezza del patrimonio artistico che viene plasmato per ogni film raramente esce dai nostri studi, ma il prodotto finale – il lungometraggio – che raggiunge ogni parte del mondo, non sarebbe possibile senza questa fase artistica e creativa».

Maria Grazia Mattei, curatrice della mostra in Italia ed esperta di cultura digitale, racconta con soddisfazione: «Conosco John Lasseter da vent’anni e condivido da allora la sua visone del mondo e della creatività digitale. Sono felice che arrivi in Italia, di persona, ad inaugurare la mostra della “sua” Pixar. E Milano è la realtà più pronta ad accogliere innovazione».

La mostra presenta finalmente al grande pubblico la fase creativa e nascosta dei maestri dell’animazione mondiale in quattro sezioni – Personaggi, Storie, Mondi e Digital Convergence – e due speciali installazioni l’Artscape e lo Zoetrope, che utilizzano la tecnologia digitale per far rivivere le opere esposte nel percorso espositivo, progettato da Fabio Fornasari, e ricreare l’emozione dell’animazione.

Tutte le info sulla mostra sul blog ufficiale.

Con John Lasseter e la mostra Pixar – 25 Anni di Animazione, Milano celebra la Computer Art

Ti potrebbe anche interessare: