spam – Technico Blog http://www.technicoblog.com Techno-Lifestyle Sat, 03 Jun 2017 13:05:16 +0000 en-US hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.7.5 Spam su Linkedin, attenzione al messaggio con il sondaggio http://www.technicoblog.com/spam-linkedin-messaggio-sondaggio-linkedin.htm http://www.technicoblog.com/spam-linkedin-messaggio-sondaggio-linkedin.htm#respond Wed, 12 Sep 2012 15:29:06 +0000 http://www.technicoblog.com/?p=2118

In questi ultimi giorni arrivano insistenti messaggi privati su Linkedin che chiedono, aggregando più utenti di completare un sondaggio online, con tanto di link.

Il messaggio, come potete vedere nell’immagine in basso usa il sistema di messaggistica interna di Linkedin in tutto e per tutto, ed il processo dovrebbe essere: io ricevo il messaggio, clicco sul link, divento io stesso un utente che invierà lo stesso messaggio ai miei contatti.

Il testo nel messaggio è questo qui:

Hi,
I apologize for this mass message but would really appreciate few moments of your time. Please help me by completing this short survey about me. It will take less than a minute of your time and is completely anonymous.

This will help me gather professional feedback from my linkedin network.
(link al sondaggio)

Thank you so much!

Sincerely,

E’ successo anche a voi?

Il suggerimento ovviamente è quello di non cliccare sul link nel messaggio e non rispondere nemmeno, visto che, ad una mia richiesta i spiegazioni al primo contatto che mi ha inviato il sondaggio nessuno ha risposto.

]]>
http://www.technicoblog.com/spam-linkedin-messaggio-sondaggio-linkedin.htm/feed 0
UniromaTV, lo spam continua nonostante tutto http://www.technicoblog.com/uniromatv-lo-spam-continua-nonostante-tutto.htm http://www.technicoblog.com/uniromatv-lo-spam-continua-nonostante-tutto.htm#respond Wed, 16 Mar 2011 10:15:19 +0000 http://www.technicoblog.com/?p=864

E ci risiamo, tempo fa scrissi dei commenti spam degli adetti stampa di UniromaTV, raccogliendo anche testimonianze di altri bloggers che avevano avuto lo stesso inconveniente, mi sono preso anche la briga di scrivere all'”ufficio stampa” del progetto chiedendo se per favore potessero evitare di venire qui a spammare i loro contenuti in questo modo così infantile, visto che tale atteggiamento, come è risaputo, danneggia solamente l’immagine non solo dell’ufficio stampa in questione, ma dell’intero progetto.

Di lì a mezza giornata (erano impegnati a spammare evidentemente, the spam is the new press office) mi risponde un tale in questo modo:

Buongiorno Dott. Marandola,
ho letto il post. Probabilmente ha ragione sul discorso dei rapporti umani.
Confermo il compito di fare marketing da parte nostra. Ma la informo che il risultato che cerchiamo è anche quello di comunicare a chi potrebbe essere interessato che esiste un determinato video su un determinato tema e quindi lo linkiamo.
Spero con questo di non avervi arrecato nessun danno.
Cordiali saluti

Si, una mail inconcludente, spedita dal fantomatico Responsabile di Uniroma TV – Uniroma Network, altisonante come difinizione, ma pensavo comunque che il mio precedente post, e la mia lamentela via mail avessero sortito l’effetto sperato, ma niente, oggi ci risiamo, con tanto di firma e mail dedicata del brillantissimo “ufficio stampa”.

E’ già il secondo post che dedico alla vicenda, che si ripete in tutti i suoi contenuti, scommettete che succederà di nuovo nel giro di pochi mesi?

Se l’università è questa dove andremo a finire? Braccia rubate allo spam del viagra e del cialis!

]]>
http://www.technicoblog.com/uniromatv-lo-spam-continua-nonostante-tutto.htm/feed 0
Spam di Sanremo: Clamoroso fuorionda di Morandi con Belen e svelano il vincitore di Sanremo. Video scandalo http://www.technicoblog.com/sanremo-clamoroso-fuorionda-morandi-belen-svelano-vincitore-sanremo-video-scandalo.htm http://www.technicoblog.com/sanremo-clamoroso-fuorionda-morandi-belen-svelano-vincitore-sanremo-video-scandalo.htm#comments Thu, 17 Feb 2011 17:55:29 +0000 http://www.technicoblog.com/?p=782 E continua la saga che vede coinvolti i creduloni presenti su Facebook, attualmente sono ben più di 13.000 che sono cascati nel solito trucchetto di chi cerca solo di racimolare a tutti i costi fans sulle fan page, roba da rabbrividire.

E’ pratica diffusa ormai su Facebook, creare link che promettono scoop e insights su trasmissioni popolari che puntano ad un presunto video con tanto di player, ma tramite uno snippet di codice, cliccando su play si diventa automaticamente fan di una qualche pagina sconosciuta.

Per verificare basta, dopo aver cliccato play, e aver constatato che del video non c’è nessuna traccia, andare sul proprio profilo e guardare qual’è l’ultima pagina di cui si è diventati fan.

Poi tornate qui e segnalatele pure nei commenti.

Con l’inizio del festival di Sanremo, questa volta il link truffa titolava così: SANREMO: Clamoroso fuorionda di Morandi con Belen e svelano il vincitore di Sanremo. Video scandalo.

Tra l’altro il sito su cui è ospitata tutta questa truffa è uno dei soliti scam che promettono soldi su lotterie e cose varie, l’intestatario è “coperto” da GoDaddy.

]]>
http://www.technicoblog.com/sanremo-clamoroso-fuorionda-morandi-belen-svelano-vincitore-sanremo-video-scandalo.htm/feed 1
Ufficio SPAM Uniroma Tv http://www.technicoblog.com/ufficio-spam-uniroma-tv.htm http://www.technicoblog.com/ufficio-spam-uniroma-tv.htm#comments Mon, 07 Feb 2011 08:27:51 +0000 http://www.technicoblog.com/?p=680

I tempi sono cambiati, è inutile negarlo, una volta i comunicati venivano inviati ai bloggers chiedendo la pubblicazione, cercando un rapporto umano al di là del mero ufficio.

Invece ora cosa si fa? Si individua una serie di post con buon traffico, o almeno a naso, quelli che ne potrebbero avere, e via con il commento off topic con link. Ma in che modo? Anonimo?

No no, firmato e sottoscritto, da veri idioti, tanto per rimarcare che le nozioni di ufficio stampa non le conoscono neanche lontanamente!

Tra l’altro, l’ufficio stampa è di Uniroma Tv, complimentissimi!

]]>
http://www.technicoblog.com/ufficio-spam-uniroma-tv.htm/feed 5
Attenzione! Spam via chat su Facebook http://www.technicoblog.com/attenzione-spam-chat-facebook.htm http://www.technicoblog.com/attenzione-spam-chat-facebook.htm#comments Sun, 26 Sep 2010 18:15:20 +0000 http://www.technicoblog.com/?p=379 Spam Chat Facebook

Al di là del moltiplicarsi degli account fake che imperversano per le fan page e spammano possibilità di guadagno extra in puro stile MLM/Spam ora si aggiunge un’altra minaccia su Facebook, lo spam arriva direttamente da un bot che si impadronisce della chat e contatta i vostri amici per proporre un inutile quiz d’intelligenza invitandovi a sfidare il punteggio appena conseguito.

Questa piaga, che ormai affligge Yahoo Messenger da anni, sbarca con candore anche su Facebook.

Fortunatamente per chi parla italiano, si manifesta in inglese quindi desta già di per sè qualche sospetto, ma se vi trovate in una situazione come questa descritta sopra, fate attenzione e non cliccate assolutamente sul link.

Non ho notizie certe ancora su cosa succeda, ma sono quasi sicuro che cliccando sul link il vostro account diverrebbe preda del bot, quindi attenzione!


]]>
http://www.technicoblog.com/attenzione-spam-chat-facebook.htm/feed 1
La giornata dello Spam di Generazione Italia su Facebook http://www.technicoblog.com/spam-generazione-italia-facebook.htm http://www.technicoblog.com/spam-generazione-italia-facebook.htm#respond Fri, 07 May 2010 15:24:51 +0000 http://www.technicoblog.com/?p=352 Generazione Italia Spam

Oggi è la giornata nazionale di spamming di Generazione Italia su Facebook, la neonata associazione/partito/gruppetto che Fini ha messo su per diventare il prossimo Cavaliere proprio non molla l’osso.

In barba alla profilazione degli utenti, è da stamattina che sono bombardato da inviti su inviti per diventare fan di ogni tipo di pagina collegata a Generazione Italia, da chi se ne sta occupando su Facebook. In più, visto che la suddetta associazione sta provvedendo a istituire circoli territoriali, gli inviti che mi sono arrivati riguardano ogni anfratto o regione d’Italia.

Voglio dire, se tu che gestisci Generazione Italia su Facebook vuoi racimolare fans, dovresti sapere bene o male chi invitare e chi no, per evitare poi di mettere in cattiva luce “il buon nome” del brand/associazione/ente che stai gestendo, o quanto meno per mostrare un minimo di conoscenza di ciò che ti circonda.

Seconda cosa, ma è possibile che io debba essere invitato, nell’arco della giornata, a diventare fan di ogni singola pagina di Generazione Italia? Se sono di Roma, se proprio devi fare massa fregandotene della mia appartenenza politica (ben evidente su Facebook), invitami alla pagina del Lazio.

Il termine “profilazione” non viene preso neanche in considerazione, ma a parte ciò, se scrivo chiaro e tondo un aggiornamento di stato polemico, tu che ti occupi di Generazione Italia. su Facebook e sei tra i miei contatti, non ti viene in mente di evitare? O proprio se vogliamo esagerare con la professionalità, mandare un P.M. di scuse?

No di certo, la giornata è scandita da ripetuti inviti alle pagine, nonostante tutto.

La considerazione sorge spontanea: già vai in giro con 2 profili Facebook cloni totalmente devoti solo allo spam di Generazione Italia, e questo la dice lunga.. ma non ti sorge un dubbio che magari prima di avventurarti nella promozione di qualcosa sui social media sia utile aprire un libro? Leggere qualche blog? Mostrare clutura ed educazione?

Che dire.. Gianfrà, sceglite meglio lo staff… #fail

]]>
http://www.technicoblog.com/spam-generazione-italia-facebook.htm/feed 0
Michael Jackson è morto: è polemica sul web http://www.technicoblog.com/michael-jackson-morto-e-polemica-sul-web.htm http://www.technicoblog.com/michael-jackson-morto-e-polemica-sul-web.htm#comments Sat, 27 Jun 2009 13:13:21 +0000 http://www.technicoblog.com/?p=218 Michael Jackson

La morte di Michael Jackson sul web

Ieri, all’età di 50 anni è scomparso uno dei re della musica Pop, Michael Jackson, ad Holmby Hills, sulle colline di Los Angeles. Si è spento per un attacco di cuore.
E sul web, proprio nel giorno della morte, si è scatenato il putiferio.

Tra falsi annunci e speculazioni, spicca il gossip blog Perez Hilton, che, venendo a sapere la notizia dell’attacco cardiaco di Jacko, non ha esitato a pubblicare un post in cui ipotizzava che dietro la notizia del malore ci fosse un intento pubblicitario da parte di Michael Jackson in vista del suo prossimo tour. Come se non bastasse ha pubblicato la foto riportata di seguito, scatenando l’ira dei fans di Jackson.

Perez Hilton Michael Jackson

Perez Hilton ha ora postato un update nel post incriminato, spiegando che (per forza di cose) non si è trattato di un’iniziativa pubblicitaria, ma il danno ormai è stato fatto, tanto che Pete Cashmore di Mashable, in questo post, attacca duramente Perez Hilton, non in veste di fan di Michael Jackson, ma come blogger, accusando Perez di aver minato la credibilità dell’intera blogosfera con il suo provocatorio articolo.

Michael Jackson e Twitter

Relativamente all’infelice iniziativa di Perez Hilton su Twitter si è scatenata l’ira sia dei fans di Michael Jackson, sia dei semplici appassionati di musica.
Infatti migliaia di utenti hanno spontaneamente sparso il messaggio di non seguire più Perez Hilton su Twitter, una sorta di boicottaggio (a cui anche io ho partecipato), usando l’hashtag #unfollowperez.

Nel momento in cui Michael Jackson è stato trasportato d’urgenza all’ospedale dell’Ucla (Università di California a Los Angeles), si è scatenato un putiferio su Twitter, le notizie relative alla sua sorte sono state fatte rimbalzare a suon di 140 caratteri da milioni di persone, tanto che il server del servizio di microblogging non ha retto andando giù per parecchio tempo a causa del sovraccarico generato dall’evento.

Anche attualmente, si stima che il 30% dei Tweets contiene le parole “Michael Jackson” o più semplicemente “MJ”.

Tweets su Michael Jackson

Michael Jackson e gli spammers

Nel corso della prima parte della giornata di oggi, Websense riporta in questa alert che vista la massiccia richiesta di informazioni e contenuti riguardanti la sorte di Michael Jackson, gli spammers si sono messi in azione cercando di sfruttare il fenomeno per rifilare maleware e codici malevoli di ogni tipo all’interno di siti internet o blogs creati ad hoc e comunque contenenti materiali relativi a Jacko.

Inoltre, sempre la stessa agenzia, mette in guardia sulle email fraudolente inviate dagli stessi spammers, che sembrano linkare a video su YouTube, ma in realtà puntano a tutt’altra destinazione. Per cui se l’utente clicca sul link, invece di vedere un video relativo alla morte di Michael Jackson, verranno reindirizzati su un sito Maleware che introdurrà nel pc dei virus.

Fate attenzione!

L’ultima immagine di Michael Jackson

Questa sembra essere l’ultima immagine di Michael Jackson disponibile a livello temporale sul web, e lo raffigura mentre viene trasportato in ospedale dai paramedici.

Ultima immagine di Michael Jackson in ospedale

]]>
http://www.technicoblog.com/michael-jackson-morto-e-polemica-sul-web.htm/feed 1
Yahoo: 360 chiude, progetti ed occasioni perse http://www.technicoblog.com/yahoo-360-chiude-progetti-ed-occasioni-perse.htm http://www.technicoblog.com/yahoo-360-chiude-progetti-ed-occasioni-perse.htm#respond Sun, 31 May 2009 16:36:24 +0000 http://www.technicoblog.com/?p=203 Yahoo Search Marketing

La Reuters qualche giorno fa titolava in questo modo: “Yahoo interessata ad entrare nel mondo dei social network” e continuava con “Yahoo sta pensando di comprare società che le consentano di diventare un attore importante nel mercato dei social network e rinnovino i suoi prodotti. Lo ha confermato il responsabile del settore tecnologico dell’azienda Ari Balogh” .

Che dire, non male come progetto, se non si pensa al fatto che Yahoo ufficialmente è già nel mondo dei social networks ancor prima di Facebook e MySpace, quindi il problema all’interno della compagnia di Sunnyvale riguarda 2 cose in particolare: definizioni e memoria, principalmente, oltre che capacità tecniche ed occhi aperti.

Definizioni: come mai? Perchè da quando esiste internet esistono i profili Yahoo, è di fatto un social network, usato in stragrande maggioranza da persone provenienti da Asia e Paesi arabi, la lingua dominante è l’inglese ma moltissime persone lo usano in una maniera “particolare”, solo per comunicare, attraverso la chat e Yahoo Messenger, non hanno l’abitudine di avere un profilo completo su Yahoo, niente foto, niente info. Quando si tratta di mostrare un profilo propriamente da social network, la prima cosa che fanno è inviare il proprio link Friendster, mostrando un profilo completo ed aggiornato.
Quindi a mio avviso, è venuta a mancare in Yahoo una guida per l’utenza, una sorta di programma per invogliare gli utenti ad avere profili funzionali all’interno del network.
Tempo fa, qualche anno fa, è spuntato fuori Yahoo 360, che si andava ad aggiungere ai soliti profili, ma a quanto pare il programma sta ora chiudendo (come annunciato in questo post ), lasciando aperta solo una sezione geo-specifica per il Vietnam, visto che in questo Paese Yahoo 360 rappresenta la piattaforma bloging più utilizzata.

La storia si ripete.. proprio perchè Yahoo crea cose nuove non valorizzando ciò che ha già sotto il naso, infatti Yahoo 360 segue lo stesso amaro destino di Yahoo Mash, chiuso la scorsa estate.

Yahoo Mash Chiude

Sotto il “governo” del nuovo CEO Carol Bartz, molti altri servizi di Yahoo hanno chiuso, come Geocities, Farechase e Briefcase.

Memoria: e cioè? Ricordati Yahoo di quando avevi una quota di mercato maggiore di Google, e di quanto ti sei adagiato su di essa. Ricordati che sei stato il primo Social Network, ma non ti sei evoluto.
E in più nessuno si è mai preoccupato di monitorare l’utilizzo dei profili da parte degli utenti: infatti Yahoo è diventato il covo di spammers di ogni genere, ma principalemente quelli che indirizzano verso siti porno spacciandosi per avvenenti ragazze, ovviamente inesistenti.
I profili Yahoo ne sono pieni, se si guardano 10 profili, sicuramente 5 o 6 sono fittizi.
E questo si traduce inevitabilmente in quote di database buttate al vento, server in più acquistati… In gergo prettamente economico: una perdita secca !

Ultimamente un piccolo passo avanti è stato fatto, aggiungendo un piccolo lifestreaming al profilo. Basato evidentemente sul feed rss di MyBlogLog.

Yahoo profile Lifestreaming

E proprio da MyBlogLog arriva un’ altra riflessione, ma volendo anche da Flickr.

Quanto sarebbe meglio per Yahoo fare una sorta di unificazione dei profili?
Tenendo in qualche modo a parte Flickr, autonomo, visto il gran successo del network di photo sharing.
Che ne dici Yahoo di un’impostazione del genere?

My ideal Yahoo profile

Quindi l’ipotesi potrebbe essere: un unico profilo che accentri tutte le attività, l’unico link ad un profilo esterno sarebbe quello di Flickr.
Il volume di traffico, ed a mio parere, l’apprezzamento degli utenti sarebbe triplicato.
E’ inutile avere un profilo per MyBlogLog, un profilo per Yahoo Buzzes ecc ecc.. sarebbe molto più funzionale accentrare il tutto, per poi avere, all’interno di un unico profilo, delle pagine dedicate ad ogni servizio in cui l’utente è attivo, usando apposite tabs.
Lo schema delle tabs che già è presente nei profili Yahoo va più che bene.

Yahoo profile tabs

Inoltre, poniamo il caso dell’utente che si iscrive per la prima volta a Yahoo.

L’utente si registra e viene indirizzato sul suo profilo, vuoto, ha già a disposizione un username, una casella mail e Yahoo Messenger, ma si trova davanti a delle altre opzioni, quali Flickr, Yahoo Buzzes, MyBlogLog, Yahoo Pipes.. che cosa sono?
L’utente clicca sui nomi di questi servizi, li esplora, e se li ritiene utili li utilizza, sennò sceglie di non visualizzarli nel profilo, in maniera molto semplice.

Utenti già esistenti: Gli utenti già esistenti devono essere avvisati prima tramite mail, con una ricca guida, ma scritta in maniera molto semplice, che illustra i cambiamenti, con l’aggiunta di un video tutorial. Da parte della company invece il tutto dovrebbe essere accompagnato da una fase di “Word of Mouth” e “Buzz Generation” tramite comunicati stampa al mainstram, blogs personali di chi lavora in Yahoo e video che annunciano il cambiamento e mostrano screenshots del futuro profilo unificato.
A mio modesto parere sarebbe una mossa che rilancerebbe alla grande Yahoo, nel settore di mercato del social networking, in cui è sempre stato, ma che non ha saputo sfruttare.

Come già ho avuto modo di dire a proposito di Google Wave, il futuro dei servizi online, specialmente quelli forniti dai colossi della Silicon Valley, è quello di aggregare il più possibile i servizi a cui gli utenti sono iscritti.
Prendiamo il caso di Friendfeed, un utilissimo aggregatore sociale che sfrutta i feed di vari servizi, quello dei blogs, o addirittura versioni custom, per comporre un lifestreaming personalizzato.
Ma la particolarità sta nel fatto che Friendfeed è nato anni dopo Yahoo, non ha lo stesso peso, ha dovuto lavorare da zero.
Yahoo invece ha già tutto precostituito, deve solo far aguzzare l’ingegno a chi sta dietro all’organizzazione dei servizi, li deve spronare a lavorare in maniera creativa, seguendo e “rubando” da quello che sono le tendenze attuali dei suoi concorrenti.

Per prima cosa, bisognerebbe dare una bella pulita all’interno dei profili fake, e riorganizzare il team antispam e farlo lavorare sullo specifico, come già avviene su Yahoo Answers, in cui gli abusi vengono segnalati e puniti.
Nel disegno di riorganizzazione dei profili ovviamente rientra anche Yahoo Answers, che se ne starebbe in una sua tab dedicata in alto, invece di avere un ulteriore “semi-profilo” che richiama il principale, come avviene attualmente.

Ovviamente ogni servizio targato propriamente Yahoo, quindi escluso Flickr, dovrebbe essere rappresentato all’interno del profilo.

Altra nota dolente: la chat!

In Yahoo esiste una versione internazionale della chat, e nel nostro caso nazionale, una italiana.
Quindi? A livello di organizzazione?

Un profilo Yahoo, ed un profilo della chat italiana di Yahoo.. 2 profili, stessa persona, volendo diversi nickname.. disorganizzazione!

L’unificazione delle chat non sarebbe un’idea malvagia, creando un’apposita stanza chiamata Italia all’interno della macrocategoria “Regional” , e a ben pensarci esiste già la stanza Italia, ma è unicamente frequentata da persone di altre nazionalità e dagli immancabili Spam Bot, che continuano 24 ore su 24 imperterriti a far finta di essere donnine allegre che si spogliano in webcam, per poi indirizzare gli utenti su siti di terze parti.
Quelle poche volte in cui ho effettuato l’accesso alla chat internazionale Yahoo sono stato preso letteralmente d’assalto da spammers vari che mi proponevano link di ogni tipo. Un rimedio è segnalare gli stessi come spammers, ma vista il numero infinito di questi bots appare una sfida impari.
Devo dire che ultimamente le cose sono un pò cambiate, ma non troppo.
Prima di accedere ad una qualsiasi stanza della chat, l’utente viene convogliato su un controllo captcha, che ha contribuito a limitare i danni, ma non ha impedito il moltiplicarsi di questi molesti utenti.

L’accesso alla chat internazionale

Innanzitutto, per accedere alla chat internazionale bisogna scaricare la versione internazionale del client Yahoo Messenger, disponibile su Yahoo.com e non su Yahoo.it .
Poichè, come dicevo, le chat sono differenti, e quella italiana è decisamente inferiore a quella internazionale, a quanto mi risultava tempo fa è stata come “appaltata” a Lycos.

Quindi tramite Yahoo Messenger richiedo l’accesso alla chat, mi viene visualizzata una pagina di caricamento, che in maniera abbastanza scaltra mi mostra lo stato di avanzamento (molto breve) e punta a farmi vedere della pubblicità mentre aspetto..
Geniale, se non fosse che la pubblicità non viene assolutamente visualizzata.. Al massimo una volta ogni 10/12 caircamenti. Forse la pubblicità è troppo pesante da caricare per il tempo che ci mette la chat a caricare?
Le ragioni possono essere le più varie, fatto sta che non si vede alcuna pubblicità, c’è solo una scritta Advertisment che compare nel bianco della pagina, nulla più.

No ads on Yahoo Chat

Attualmente sto effettuando l’accesso per poter documentare quello che scrivo con degli screenshots, e noto con piacere che il capthca è stato integrato all’interno della pagina della stanza che intendo raggiungere invece che mostrare un link lungo 3 righe che poi porta all’immancabile angosciosa apertura di Internet Explorer.

Una volta confermato il codice di sicurezza, si entra finalmente nella chat.. Ovviamente i primi 3-4 messaggi che arrivano ad investire il nuovo utente sono di spam, è bene segnalarlo con l’apposito pulsante ed ignorare il tutto.

Ultimamente hanno affinato la tecnica, invece di mandar subito un link ad un sito lungo 2 o 3 righe (c’è ovviamente il relativo codice di affiliazione) cercano di intrattenere una conversazione, ma anche questa strampalata.. segno che viene messa su da script appositi.

Come si scopre lo script?

Il primo messaggio è sempre allettante: Ciao, ho 20 anni, sono femmina, vivo a Las Vegas..
Però ! L’utente ignaro di queste dinamiche è portato a pensare di essere veramente fortunato, ma basta poco per scoprire che si tratta di un bot.
Basta scrivere una domanda sciocca e stupida, anche in italiano, tipo, “ma a te piace il calcio?” “guardi i cartoni animati?” e la risposta arriva puntuale, ma non c’entra nulla, neanche lontanamente, con la domanda.

Un esempio pratico in questo screenshot

Esempio Spam Yahoo

La pubblicità latente anche in chat

Alcune volte succede che nella parte bassa della finestra della chat, il footer per intenderci, appare un bel banner pubblicitario in formato leaderboard, che riporta prodotti e servizi Yahoo, alcune volte però.. La media è la stessa della pubblicità che dovrebbe essere visualizzata al momento della connessione con la chat.
Praticamente non viene visualizzata quasi mai. E ancora, ripeto, una perdita secca per Yahoo.
Inoltre, anche Yahoo ha il suo network pubblicitario, Yahoo Publisher Nework (ancora inspiegabilmente non disponibile per l’Europa) che la stessa compagnia potrebbe sfruttare proprio sui suoi stessi servizi, invece di cercare di pubblicità latenti che non producono alcuna revenue.

Come si vede dallo screenshot qui sotto, al posto della pubblicità, c’è l’immancabile spazio bianco.

No ads in Yahoo Chat

La notizia della Reuters riportava l’intenzione di Yahoo di acquistare, spendere denaro ed attivare partnerships varie, ma il mio modesto parere è che Yahoo dovrebbe far tesoro di quello che ha ed ottimizzarlo, renderlo usabile, aggregarlo in maniera vincente. Tutto ciò non dipende da strategie marketing o business, dipende solo dall’intelligenza di chi pianifica la struttura dell’intera piattaforma, da colui, o coloro, che non dovrebbero far chiudere la compagnia a riccio cercando di spendere, ma dare un’occhiata alle tendenze attuali dei servizi online, e soprattutto dare un’occhiata al principale competitor, che è Google.

Cosa sta facendo Google intanto?

Google rilascerà Google Wave, ed ha già lanciato il suo social network con Google Profiles..
Come dicevo poco fa, aggrega, unifica!

Le quote di mercato di Yahoo secondo Comscore

Yahoo è il secondo motore di ricerca americano, con una quota di mercato, ad aprile, pari al 20,4%.

Google, invece, ha incrementato la sua percentuale di mezzo punto, salendo al 64,2% e stabilendo il record storico per l’azienda californiana.

Yahoo ha guadagnato 118 milioni di dollari nel primo trimestre, ma le sue vendite hanno perso il 13% in un anno, scendendo a 1,58 miliardi di dollari.

Conclusione

Anche il concetto stesso di blog è superato in rete, ora si parla di Lifestreaming, e quindi di aggregazione di contenuti, è il caso che Yahoo cerchi una modernizzazione ed un’ ottimizzazione invece di lasciare buchi neri a livello di usabilità e revenues?
Io credo proprio di si, è ora che Yahoo ristrutturi tutto invece di perdere altro denaro, sul breve, medio e lungo termine.

La battaglia dei motori di ricerca è persa, la partnership con Microsoft non porterebbe risultati faraonici.. l’unica cosa da fare è valorizzare il patrimonio degli users già in possesso di Yahoo, me compreso!

]]>
http://www.technicoblog.com/yahoo-360-chiude-progetti-ed-occasioni-perse.htm/feed 0
Angelina Jolie nuda http://www.technicoblog.com/angelina-jolie-nuda.htm http://www.technicoblog.com/angelina-jolie-nuda.htm#respond Fri, 22 Aug 2008 13:40:30 +0000 http://www.technicoblog.com/?p=108 Angelina Jolie

Ma in realtà si tratta solo di spam, che sfrutta l’avvenenza della celebre star promettendo un suo video senza veli. L’allarme era già scattato l’anno scorso: non vedrete nessuna immagine hot della moglie di Brad Pitt, piuttosto, quasi certamente vi troverete il computer infettato da un virus o un trojan.
A livello statistico sembra che il nome più gettonato tra gli spammers per indurre click fraudolenti sia proprio quello di Angelina Jolie.

Un report, del mese di Agosto, di Secure Computing, ne da ulteriori conferme.
Naturalmente, una volta aperto il messaggio e cliccato sul link all’interno, non si visualizza nessun filmato hard, ma si installa sul proprio computer un “trojan” (solitamente identificato con «Trojan.Crypt.XPACK.GEN») che trasforma il pc in una macchina zombie in mano agli spammers.
Attenzione anche ai messaggi che propongono Barack Obama e Paris Hilton: due nomi che vengono subito dopo la Jolie nella classifica del “celebrity spam” stilata da Secure Computing.
Nella top-ten sono poi presenti personaggi come Britney Spears, Jessica Simpson, Hillary Clinton, George Bush, Osama Bin Laden, Brad Pitt e Michael Jackson.

Spam

]]>
http://www.technicoblog.com/angelina-jolie-nuda.htm/feed 0