Lo spot “Need better clothes” per Glendfield di Lorenzo Marini & Associati si è aggiudicato la XXIV edizione del Grand Prix di Pubblicità Italia.

A incoronare il vincitore è stato il pubblico del Teatro Nazionale di Milano durante la tradizionale serata condotta da Piero Chiambretti. La campagna vincitrice entra di diritto nella short list del New York Festivals, con cui il Grand Prix ha una partnership da oltre dieci anni.

Al secondo posto lo spot “Il calcio più bello” per Sky, agenzia 1861united e al terzo lo spot “Heavy digestion” per Brioschi, agenzia Leagas Delaney.

Nel corso della serata sono stati attribuiti anche i premi di categoria decisi dalla Giuria del Grand Prix Advertising Strategies, composta da esperti di marketing di alcune fra le più importanti aziende che operano nel nostro Paese.

Premio Follower/Sorpresa a “Operazione Birra Moretti Divano”, agenzia Armando Testa, cdp Indiana Production;

Follower/Intraprendente a “Buio” per Citroen, agenzia Euro Rscg Milano, cdp K48, e a “Custodi” per Volkswagen Polo, agenzia Saffirio Tortelli Vigoriti, cdp BRW Filmland;

Leader/Scommessa a “Fiat Panda”, agenzia Leo Burnett, cdp Indiana Productions;

Premio La Prima Volta a “Need better clothes” per Glenfield, agenzia Lorenzo Marini, cdp Spider J. Film;

Leader/Evergreen a “Tutto il rosa della vita” per La Gazzetta dello Sport, agenzia McCann Erickson Italia, cdp Filmmaster;

Follower/Passista a “Ga El Suv” per Skoda Yeti-VWGroup Italia, agenzia Cayenne, cdp Run Multimedia, e a “Whatever you eat” a Vivident Xylit-Perfetti Van Melle, agenzia Selection, cdp Selection Production;

Premio Contro Un Avversario a “Il calcio più bello” per Sky, agenzia 1861United, cdp Akita Film, e ad “Aygo Connect” per Toyota Motor Italia, agenzia Saatchi & Saatchi, cdp Akita Film;

Premio Un Giro Avanti a “Ten second” per Antony Morato-Essedi, agenzia We are Socialize (London/Milan), cdp Casta Diva Pictures;

Categoria Più a Meno: il low budget a “Heavy digestion” per Brioschi (Manetti & Roberts), agenzia Leagas Delaney, cdp Indiana Production; Pressing ad “Acqua” per Coop, agenzia Y&R Italia, cdp ITC;

L’Ombrello Istituzionale a “Una bella storia” per Telecom Italia, agenzia Saffirio Tortelli Vigoriti, cdp Think Cattleya, e a “Grazie” per Wind, agenzia DDB, cdp The Family.

Il New York Festival è stato assegnato a “Need better clothes” per Glenfield.

Lo Young Prix è stato vinto da “Operazione Birra Moretti Divano”.

Il premio Speciale Creatività, istituito per la prima volta dall’Adci, è stato consegnato a “Ga El Suv” per Skoda, che ha aggiunto al palmares anche il premio di R101.

Per la prima volta in sala il pubblico è stato invitato a votare il Grand Prix dei Grand Prix, scelto tra tutte le campagne vincitrici delle scorse 23 edizioni: ad aggiudicarselo è stato “Drama Queen” di TBWA\PHS Helsinki.
Assegnati in sala anche lo Special Award di Pubblicità Progresso, vinto da Terre des Hommes e il Premio Mimesi attribuito a RCS Quotidiani e Wired per le versioni sviluppate per iPad delle rispettive testate.

Via, ADV

A Lorenzo Marini la XXIV edizione del Grand Prix Advertising Strategies

Ti potrebbe anche interessare: