Nice SpA, una delle principali realtà a livello internazionale specializzata in sistemi di automazione domestica e illuminazione con il marchio FontanaArte, e Digital Magics, venture incubator certificato di startup innovative digitali quotato da luglio 2013 sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana (simbolo: DM), siglano accordo per sviluppare attività di investimenti comuni in startup dell’Internet of Things.

Il Gruppo di riferimento internazionale per i sistemi di automazione domestica entra nella compagine societaria dell’incubatore certificato per co-finanziare insieme startup innovative. Con questa operazione, Nice SpA diventa anche membro del Digital Magics Angel Network: oltre 100 investitori privati, fondi istituzionali e operatori industriali fra cui Atlante Seed (Gruppo Intesa Sanpaolo), Banca Sella, Tamburi Investment Partners, Gruppo RCS, Gate14 Group, Gruppo Uvet e UniCredit.

Nice e Digital Magics stanno strutturando insieme un programma di Open Innovation Advisory, finalizzato allo scouting e all’investimento per le migliori iniziative – startup, progetti di ricerca, brevetti, tecnologie e innovazioni digitali – nel campo dell’Home Automation con focus particolare su alcuni settori del comparto Smart Home & Building (telecontrollo, riscaldamento, illuminazione e antintrusione).

IL MERCATO DELL’INTERNET OF THINGS IN ITALIA
Secondo una Ricerca degli Osservatori del Politecnico di Milano di febbraio 2014, nel 2013 sono 6 milioni gli oggetti connessi tramite rete cellulare (+20% del 2012), per un valore di mercato di 900 milioni di Euro nel 2013, con una crescita dell’11%, in controtendenza rispetto alla flessione del mercato ICT in Italia (-5% circa). Oggi circa l’1% delle abitazioni è dotato di dispositivi per il telecontrollo del riscaldamento e/o l’antintrusione, si stima che nel 2016 ci saranno oltre 3 milioni di oggetti domestici connessi.

Nice e Digital Magics: accordo per sviluppo di programma di Open Innovation su Home Automation e Internet of Things

Ti potrebbe anche interessare: