Windows lancia il suo nuovo sistema operativo, e nonostante la prima fase di scetticismo mi sono convinto a provarlo acquistando un pc con Windows 8 installato e devo dire che l'esperienza rispetto ai passati OS è decisamente diversa e molto molto più accattivante.

Windows ha orientato il suo prodotto verso la riproduzione desktop dell'esperienza mobile, coniando il termine Windows experience, ma non solo, questa esperienza è modellabile da ogni utente in base alle sue esigenze ed ai suoi modi di lavorare. Infatti l'interfaccia innovativa del menù Start restituirà all'utente finale il proprio mondo, i propri momenti ed i propri strumenti di lavoro.

La svolta grafica di Windows nel suo nuovo sistema operativo non riguarda solamente l'interfaccia ispirata al mobile e l'introduzione del "tap" come nuovo modo di interazione con i contenuti, ma anche la grafica, semplificata e "ridotta all'osso" all'essenziale in nome della massima "Less is always more" con cui mi ritrovo pienamente.

Windows ha saputo cambiare le carte in tavola e reinventarsi, così come stanno facendo altri prodotti "web & tech related", vedasi anche Facebook che sta abbracciando la UI e UX mobile anche nella sua versione web. Il trend è questo e vedere Windows come precursore non può che far piacere, sia ai fans della creatura di Gates, sia agli osservatori del panorama tecnologico come me.

Il mondo dei sistemi operativi con il nuovo Windows 8 sta compiendo una transizione decisa e secondo me sempre più orientata alla contaminazione, non solo con il mondo del mobile, ma anche con quello delle consolle di gioco, ospitando delle funzionalità proprie dei media center più evoluti. Come ad esempio la possibilità di "noleggiare" e vedere film a cifre irrisorie direttamente dal proprio menù start attraverso un'apposita sezione.

Notevole veramente sia a livello di esperienza che di funzionalità, Windows 8 promosso a pieni voti.

 



Articolo sponsorizzato

Scopri il tuo nuovo Windows. Perfetto per il lavoro e il divertimento

Ti potrebbe anche interessare:

Tagged on: