Ogni giorno sempre più aziende, enti, personalità ed organizzazioni decidono di adottare una strategia di comunicazione che prevede l’utilizzo dei social media, talvolta con cognizione di mezzo, talvolta con la pallida illusione che l’iscrizione sia sufficiente e la gestione dei feedback sia relativamente semplice.
La Scuola Galileiana di Padova è in questo senso un ottimo caso di buona comunicazione sui social media, grazie ad una strategia completa e di lungo periodo iniziata a luglio dello scorso anno. Per chi non la conoscesse La scuola Galileiana di Studi Superiori di Padova è un percorso d’eccellenza parallelo al normale corso universitario, riservato a 24 studenti meritevoli neo iscritti all’università di Padova. La Scuola, che prende il suo nome da Galileo Galilei e che si ispira alla celebre Normale di Pisa, propone ai suoi studenti due percorsi formativi della durata di 5 anni, una classe scientifica in Scienze Naturali ed una classe umanistica in Scienze Morali.

La Scuola punta decisamente sui giovani considerandoli una risorsa, affiancando i nuovi iscritti con tutor galileiani, studenti o ex studenti della Scuola, loro coetanei, instaurando così un rapporto di comunicazione diretta e paritaria anche all’interno delle aule e dei corridoi dell’istituto. Una strategia vincente che recentemente si è aperta ai social media, grazie ad una presenza multicanale su diverse piattaforme come Facebook, Twitter, Linkedin e recentemente anche su Google Plus. Una social strategy, ad oggi vincente, che attraverso la gestione ed l’aggiornamento continuo delle piattaforme mira ad intercettare i giovani democratizzando la cultura, svecchiando l’immagine dell’università convenzionale. Sottolinea il direttore Cesare Barbieri in un’intervista dello scorso agosto:
“Bisogna aprirsi il più possibile ai mezzi che le odierne comunicazioni ci mettono a disposizione. Internet è ormai un indispensabile strumento di lavoro e di aggiornamento, offre straordinarie possibilità in continua evoluzione.”
La scuola, punta sui giovani e sull’istruzione on line ed off line, sulle piattaforme dove i giovani si aggregano per conversare e condividere opinioni. Una riprova di questo è l’Associazione degli Alumni, cioè degli ex-allievi, una associazione che promuove valide iniziative di scambio e dibattito culturale. La Scuola punta sulle lingue offrendo ai propri iscritti la possibilità di studiare ed imparare due lingue straniere. Molto importante specificare il concreto supporto che la scuola offre ai propri studenti: vitto e alloggio gratuito nel proprio collegio, un rimborso spese per l’acquisto di materiale scolastico e un pc portatile.

La Scuola Galileiana di Studi Superiori di Padova: un esempio di social strategy

Ti potrebbe anche interessare:

Tagged on: