E’ notizia recente, di questo weekend, la nascita di una misteriosa pagina Facebook accompagnata poi da un blog e da un account Twitter.

I Segreti Della Casta di Montecitorio, a firma di un certo Spidertruman, che si definisce precario della casta licenziato dopo 15 anni di lavoro, che ha deciso di aprire questa pagina ed i restanti profili per diffondere memorie, fotografie e files riguardanti i suoi 15 anni di lavoro a Montecitorio, attualmente la fan page su Facebook conta oltre 186.000 contatti.

Le reazioni sono alterne online, chi pensa sia solo una bufala (termine con cui ormai si definisce la qualunque) chi pensa ad una forza politica emergente.

L’azione è stata progettata e realizzata nel migliore dei modi, grazie alla collaborazione di migliaia di persone, ciò che lascia perplessi è la conoscenza di Twitter ed AdSense (si c’è anche la pubblicità da ieri e c’è già chi si indigna) da parte di una persona che si è sempre occupata, a quanto ha rivelato, di altro.

L’ipotesi che più stuzzica la fantasia da queste parti è l’idea che I Segreti della Casta di Montecitorio sia una campagna per qualche iniziativa editoriale di prossima pubblicazione, se così fosse, tanto di cappello.

E mentre invito tutti a fornire la propria opinione nei commenti, invito Spidertruman a contattarmi, magari possiamo collaborare.

I Segreti Della Casta di Montecitorio, chi c’è dietro?

Ti potrebbe anche interessare:

  • http://www.technicoblog.com/ Technico Blog

    hai decisamente ragione franco!

  • franco micoli

    Anche sui privilegi dei politici vale SE NON ORA QUANDO? Vanno tagliati , insieme ai vitalizi, tutti i vantaggi economici e le gratuità che si sono accumulati nel tempo. Vanno ridotti anche gli stipendi e non vanno consentiti i doppi e più  incarichi. Vanno sostenute le proposte delle opposizioni sulla riduzione di province e comuni. Va salvaguardato il senso di giustizia sociale imposto dalla Costituzione.