Spesso i giocatori e le giocatrici si chiedono se esistono delle tecniche o strategie per vincere al bingo. Una risposta univoca non esiste, perché il gioco è a tutti gli effetti basato sull’estrazione casuale dei numeri e in seconda battuta, sulla capacità dei giocatori di segnare i numeri estratti e di conseguenza elaborare le combinazioni vincenti presenti sulle schede.
Esiste però un sistema basato sulla prevedibilità dell’estrazione dei numeri che vale la pena di condividere. I giocatori ne fanno uso per provare a definire un gruppo di numeri che verrà estratto nel corso di una partita. Il sistema è simile alla tecnica con cui i giocatori di blackjack contano le carte di un singolo mazzo per prevedere il valore delle carte che potrebbero ricevere dal croupier. Entrambi i sistemi, per online bingo come per blackjack, richiedono una minima conoscenza di probabilità matematica. Se nel caso del gioco di carte dobbiamo contare le carte estratte, nel caso del bingo, dobbiamo contare i numeri.

Facciamo l’esempio di una partita di bingo con 75 palline. La probabilità matematica che venga estratto un qualsiasi numero è uguale a 1 su 75, ne consegue che il fattore casuale in questo caso è uniformemente distribuito tra tutti i numeri. Alcuni statistici sostengono che questo modello uniforme è regolato dalle leggi della probabilità. Nel caso dell’ online bingo significa che ci sarà un numero uguale di numeri pari e dispari estratti e un numero uguale di numeri di valore alto e basso. Allo stesso modo è probabile che venga estratto un numero uguale di numeri che terminano con 1, a 2, a 3, a 4 e così via.

Tutto questo significa che se possiamo rimanere in gioco per un periodo abbastanza lungo, i nostri numeri, prima o poi, verranno estratti. Ecco perché, questo sistema ci permette di capire che vincere a online bingo dipende non solo dal numero di schede che impieghiamo in una data partita, ma anche dalla nostra capacità di rimanere in gioco il più a lungo possibile.

Strategie di online bingo

Ti potrebbe anche interessare:

Tagged on: