Ning logo

Ning solo a pagamento

Da un twit del buon Luca Conti mi arriva la notizia che Ning, il popolare servizio con cui è possibile costruire mini-social networks di nicchia fondato da Marc Andreessen, sta subendo una pesante ristrutturazione, sia a livello di personale, sia a livello di features. Infatti il primo baluardo a cadere sarà la gratuità del servizio, che veniva assicurata dalla presenza di banner pubblicitari di Google AdSense.

Le formule erano originariamente due:

1. Gratis, come detto però in ogni network era ospitata della pubblicità i cui proventi se li intascava Ning.

2. Premium, quindi adfree, cioè senza pubblicità, al costo di $24.95 al mese.

Ora invece rimangono 90 giorni per avvertire tutti che Ning non supporterà più il servizio gratis, ma solo quello premium.

Il nuovo chief executive di Ning Jason Rosenthal, ha annunciato che in 90 giorni non solo la piattaforma sarà solo a pagamento, ma tirerà fuori dal cilindro nuove premium features, implementazioni mobile ed una nuova interfaccia di programmazione per le applicazioni.

Ovviamente Rosenthal fornisce un paio di numeri per giustificare questa decisione, affermando che il 75% delle pageview negli Stati Uniti proviene dai network a pagamento quindi la compagnia preferisce focalizzarsi su questo più che su quelli free, prevedendo un’enorme crescita nei prossimi anni.

Dispiace per questa decisione perchè i piccoli gruppi su Ning a cui sono iscritto, non faranno fare a Ning chissà quali pageview, ma senza dubbio hanno creato e continueranno a creare in questi 90 giorni, molto valore!

Via da Ning in 90 giorni

Ti potrebbe anche interessare:

Tagged on: