Ogni tanto una buona notizia: Italia strepitosa alla chiusura di Wiki Loves Monuments 2013: 2.142 monumenti da fotografare e 222 istituzioni aderenti.
L’edizione internazionale del concorso fotografico più grande del mondo si è invece chiusa con 11.720 partecipanti e 369.580 scatti in gara.

Si è concluso Wiki Loves Monuments, entrato nel Guinness World Records come “Concorso fotografico più grande del mondo” grazie all’edizione 2012 che ha visto la partecipazione di oltre 15.000 persone di 33 Paesi in 5 continenti.

Anche quest’anno l’adesione è stata altissima e sono stati ampiamente superati diversi record, sia nell’edizione internazionale sia in quella italiana. Nello specifico Wiki Loves Monuments 2013 si è distinto sotto due aspetti fondamentali, ovvero il numero delle foto caricate, ben 369.580, e dei partecipanti: “Tutto ciò è un evidente segnale di quanto la società sia sempre più sensibile alle tematiche di protezione e valorizzazione del patrimonio artistico-culturale mondiale, inteso come bene da far conoscere a tutti e al tempo stesso come identità di un popolo da preservare in ogni modo. Per quanto riguarda nello specifico il nostro Paese, l’edizione italiana è stata ancora una volta un successo sotto tutti i punti di vista e questo ci fa ben sperare in un nuovo concorso 2014 che si preannuncia altrettanto ricco di soddisfazioni” ha commentato Emma Tracanella, Coordinatrice del Progetto Wiki Loves Monuments Italia.

In effetti, guardando più da vicino all’edizione Wiki Loves Monuments Italia, sono state caricate 8.082 foto e hanno partecipato al concorso 527 cittadini italiani. 2.145 sono stati invece i monumenti liberati, cioè fotografabili, 222 le istituzioni aderenti, 6 i partner di progetto e 15 gli enti patrocinati, oltra alla totale adesione da parte di tutte le 20 regioni.
La premiazione finale del concorso italiano si terrà a novembre 2013 e come per l’edizione 2012 saranno premiati i primi dieci classificati che poi accederanno al contest internazionale, con la possibilità di vincere ulteriori premi.

Obiettivo principale del concorso è stata la realizzazione di scatti fotografici capaci di documentare, per l’appunto, il patrimonio culturale del pianeta, Italia inclusa, avendo come focus i monumenti, intesi quali elementi archeologici, gruppi di edifici o in genere opere umane che abbiano un valore universale dal punto di vista storico, artistico o scientifico.

Tutte le fotografie realizzate, infine, sono entrate nel grande bacino di Wikimedia Commons, la banca dati multimediale di Wikimedia, e verranno usate per illustrare le voci di Wikipedia, Wikivoyage e i progetti correlati.

Wiki Loves Monuments entra nel Guinness dei Primati

Ti potrebbe anche interessare: